«Dopo Expo continueremo a battere il chiodo». L’impegno di Luigi, volontario all’Edicola

wpid-wp-1442588185589.jpeg
Luigi Bossi, volontario all’Edicola

Luigi Bossi, alla Caritas, dona il suo tempo da ormai trent’anni.
In pratica, da poco dopo il famoso convegno Farsi Prossimo che si era svolto ad Assago nel 1986, per riflettere e tradurre in pratica l’omonima lettera pastorale del cardinale Martini.

«Iniziammo a lavorare, seguendo le indicazioni della diocesi e coordinandoci con il parroco, per costituire il gruppo Caritas nella mia parrocchia, nella frazione di Schianno vicino a Varese.
Ho anche aiutato, una decina di anni fa, a ricostituire la Caritas del decanato di Azzate che, dopo varie vicissitudini, si era sciolta. Ne sono stato responsabile fino a due anni fa, e poi ho lasciato l’incarico perché era ora di lasciare spazio ai più giovani».

Luigi, che oggi ha 65 anni, per una vita ha lavorato in banca nel settore informatico ed è andato in pensione sette anni fa.

«Quest’anno ero più libero dagli impegni, così ho visto la possibilità di fare il volontario in Expo come una grossa opportunità per sensibilizzare le persone su alcuni temi che ritengo fondamentali – ha raccontato all’incontro “Dopo Expo vorrei…” venerdì sera, – ad esempio che è possibile arrivare a sconfiggere la fame, perché le risorse del pianeta, anche se depauperate, consentono di nutrire tutti, basta che noi ricchi cambiamo i nostri stili di vita».

Continua a leggere

Annunci

Chiara, guida volontaria in Expo… e dopo? Ne parliamo alle 17.30 a #dopoExpoVorrei

image
Chiara Tessari, volontaria per la Caritas in Expo

Quando sua mamma le ha proposto di candidarsi a fare la volontaria per la Caritas in Expo, Chiara è rimasta perplessa per un po’.

Però ci ha riflettuto, e ha pensato che fosse una bella opportunità per conoscere meglio questa realtà che da una vita sfiorava grazie all’attività di volontariato della madre ma che non aveva mai conosciuto da dentro, e soprattutto perché il messaggio che la Caritas stava portando all’Esposizione universale di Milano le sembrava il più opportuno, il più mirato, il più necessario di tutti.

Continua a leggere

TerreDiLago nelle scuole per educare al cibo sostenibile

terre di lago2Tra i partecipanti alla Festa “#ConDividiamo #Expo2015” di Luino c’era anche TerreDiLago, una rete di economia solidale del territorio.

In preparazione a Expo stanno realizzando dei percorsi didattici nelle scuole per educare bambini e ragazzi al tema della sostenibilità del cibo. Diamo qui voce al racconto di Gianfranco

Manca ormai meno di un mese a Expo 2015 e anche alla riunione mensile del GIM (Gruppo Impegno Missionario) di Luino si è parlato di cibo.

Gabriella Colli ha illustrato “Un altro mondo nel piatto”, un percorso didattico sulla sostenibilità del cibo che i volontari del GIM stanno portando avanti nelle scuole della nostra zona. Continua a leggere

#ConDividiamo: tutte le foto della Festa di Luino

Ieri domenica 12 aprile, tra le tante piazze che hanno ospitato la Festa delle famiglie “#ConDividiamo #Expo2015”, quella di Luino.

Tanti momenti che i partecipanti hanno voluto raccontare su Facebook.

Ecco le foto che raccontano i volti e le esperienze presenti:

Continua a leggere

#ConDividiamo: la porta aperta di Matteo e Erika

matteo_alla festa GIM
Erika, Matteo e Nicolas a una festa del gruppo di impegno missionario locale

Erika e Matteo sognavano una famiglia accogliente, e una porta di casa sempre aperta per chi avesse bisogno, già prima di sposarsi. Le occasioni non sono mancate loro, e i buoni propositi non si sono scontrati con la paura che a volte fa fare un passo indietro.

La loro porta si è aperta, poco dopo essersi sposati, a un adolescente che aveva bisogno di un affido familiare temporaneo e urgente. Ed è sempre stata aperta anche per una ragazza che era già stata in affido in casa dei genitori di Erika e che, raggiunta la maggiore età, ha chiesto di poter continuare ad avere una stanza “d’appoggio” vicino a loro. Continua a leggere