Mark Flanagan, il “Royal chef” di Gran Bretagna alla corte della Caritas

Mark Flanagan è "Royal chef di Gran Bretagna", cioè il capo delle cucine della Regina Elisabetta e della famiglia reale inglese
Mark Flanagan è “Royal chef di Gran Bretagna”, cioè il capo delle cucine della Regina Elisabetta e della famiglia reale inglese

Mark Flanagan è head chef della Regina Elisabetta e della famiglia reale inglese dal 2002 e, tra gli altri eventi, è stato il capo chef anche del Royal Wedding del principe William e Kate Middleton, nel 2011.

Un tocco “reale” che ha portato anche nei piatti serviti due giorni fa al Refettorio Ambrosiano, dove gli anziani e alcuni residenti del quartiere Greco hanno potuto condividere il pranzo della domenica cucinato dai membri di un Club davvero esclusivo, il Club des Chefs des Chefs, a cui possono accedere solo i cuochi personali dei capi di stato.

Continua a leggere

Gli chef dei Capi di Stato: «Come in famiglia, combattiamo lo spreco»

chefs-des-chefs-refettorio-(1-of-1)

Una ventina di chef personali di altrettanti Capi di Stato hanno cucinato ieri a mezzogiorno al Refettorio Ambrosiano.

La struttura, gestita dalla Caritas ambrosiana, apre solitamente le porte alle persone in difficoltà. Ieri, invece, sedevano ai tavoli un centinaio di residenti del quartiere di Greco, quartiere milanese che ospita la struttura.

Gli chef fanno parte di un club esclusivo, il Club des Chefs des Chefs: per esserne parte, è necessario essere gli chef personali di un Capo di Stato in carica. Una settimana l’anno, il club si riunisce e partecipa a iniziative di solidarietà, come accaduto al Refettorio.

Continua a leggere

Thorns: «Nell’Enciclica una leadership che guidi i governi». Voci sulla #LaudatoSi

Foto: ITL/Stefano Mariga
Foto: ITL/Stefano Mariga

«I grandi leader sono coloro in grado di pensare agli interessi delle generazioni future. E i governi hanno bisogno di più leadership così.
Nella Laudato Si’ possono trovare una leadership che indichi una strada, per osare e avere coraggio anche di portare avanti programmi a lungo termine, con tempi più lunghi di una legislatura».

Neil Thorns è consulente del governo britannico, ma è anche direttore di Cafod, la Caritas inglese. E così ha guardato all’Enciclica da due punti di vista, nell’incontro  di presentazione dell’Enciclica Laudato Si’, organizzato in Expo da Caritas, Arcidiocesi di Milano e Università Cattolica del Sacro Cuore e moderato dal direttore del TG La7, Enrico Mentana.

Continua a leggere