Pius Perumana, direttore Caritas Nepal: «Expo ci aiuti a spiegare cosa serve nelle aree terremotate»

caritas internationalis_nepal earthquake
Foto: Caritas Internationalis

Continua ad aggravarsi il bilancio del violentissimo terremoto che ha colpito il Nepal. Gli ultimi dati – aggiornati a oggi – parlano di oltre 4.500 morti. Tra chi si è immediatamente attivato per i soccorsi, anche la Caritas nazionale, a cui si sono aggiunti in supporto anche gli operatori del ramo internazionale e di quello indiano.

Il direttore della Caritas Nepal, il gesuita Pius Perumana, avrebbe dovuto partecipare, come delegato del suo Paese, al convegno internazionale delle Caritas del mondo che si ritroveranno a Milano per l’Expo il 18 e il 19 maggio. Nella sua agenda ci sarebbe anche un intervento nella parrocchia di Bollate, dove avrebbe raccontato il lavoro che Caritas Nepal sta portando avanti sul tema del cibo e dell’assicurare nutrimento a tutti. La sua partecipazione al momento è in forse, e verrà confermata oppure disdetta non prima della prossima settimana, quando la situazione nel Paese sarà più chiara.

Lo abbiamo raggiunto telefonicamente per un aggiornamento della situazione.

Qual è la situazione a qualche giorno dal sisma che ha colpito il Nepal e che ha fatto migliaia di vittime?

«Katmandu è rasa al suolo, la popolazione dorme in strada o perché non ha più una casa o perché ha paura di tornare alle proprie abitazioni a causa delle continue scosse di assestamento».
Continua a leggere

Annunci