Abilità speciali in cucina al Refettorio

wpid-wp-1444915365831.jpegGuido, Gina, Maurizio e Gianluca sono professionisti che lavorano in due ristoranti italiani, in centro a Lucca e a Roma, nel cuore di Trastevere. Giovedì 15 ottobre erano nel gruppo di venti – tra cuochi, camerieri, responsabili di sala – che hanno servito il pranzo al Refettorio Ambrosiano in occasione del convegno DisabilitEat.

Venti ragazzi con disabilità (intellettiva o con sindrome di Down) esperti nel campo della ristorazione, provenienti da diversi ristoranti italiani, hanno indossato grembiuli e cappelli da chef per occuparsi della preparazione di un menù di 6 portate, dall’antipasto al dolce, e del servizio in sala per 90 ospiti.

wpid-wp-1444915378779.jpeg
Guido

Guido Cettimelli ha 38 anni e fa il cameriere al ristorante La pecora nera, in piazza San Francesco a Lucca.
È stato lui a scegliere il nome del ristorante, nel 2007, quando lo hanno inaugurato.
È felice di questo lavoro, racconta, anzi, è «supercontento».
«Me lo sentivo dentro, che lavorare è una cosa bella. Era il mio sogno nel cassetto».

«Sono innamorato del ruolo di cameriere perché è il mio primo lavoro. È una bella responsabilità. Mi trovo bene con i colleghi e con tutto il personale, mi piace lavorare con i clienti e prendere le ordinazioni».

Il suo ruolo principale è quello di cameriere, ma partecipa con grande passione anche all’organizzazione del ristorante – dicono i suoi responsabili – occupandosi personalmente di vari compiti da “dietro le quinte” come il servizio di lavanderia, l’approvvigionamento di tovagliette e tovaglioli. Continua a leggere

Annunci

Il cibo non è merce. Caritas al Circo Massimo a Roma

Nel mondo non c’è mai stato così tanto cibo. Ma quasi un miliardo e mezzo di persone soffre la fame.
Questo paradosso, frutto dell’attuale sistema di distribuzione mondiale delle risorse alimentari, è stato uno dei molti temi trattati nel seminario dal titolo “Cibo per tutti? Nutrire il pianeta è compito nostro” che si è svolto nei giorni scorsi a Roma, al Circo Massimo.

Un evento promosso dalla Caritas insieme a oltre 100 organizzazioni, in occasione della Giornata mondiale della Terra, la più grande manifestazione del pianeta dedicata ai temi della protezione dell’ambiente, in cui docenti ed esperti hanno discusso attorno a temi come il diritto al cibo, l’agricoltura sociale, la custodia del creato e il consumo consapevole.

Vi proponiamo il servizio che ha realizzato l’Agenzia Sir Continua a leggere