Diamo i numeri. Tutte le cifre della Caritas in Expo

numeri 5

250 mila
Con i suoi 250mila visitatori, l’Edicola Caritas è stato il cuore pulsante della Caritas all’Expo, il luogo in cui è stato rappresentato il tema “Dividere per moltiplicare”, l’apparente paradosso, che ispira l’azione di Caritas nel mondo per nutrire coloro che nel pianeta hanno fame.

171: i volontari
14: i giovani in servizio civile
che hanno guidato i visitatori nel percorso del mini padiglione Caritas.
Al contrario di quanto avvenuto in altri padiglioni, l’Edicola Caritas non ha messo in scena il cibo ma chi il cibo non ce l’ha, attraverso un percorso fatto di più tappe: l’opera Energia di Wolf Vostell, la torre delle monete emblema della iniqua distribuzione delle risorse, la mostra fotografica della Fondazione Ente dello Spettacolo “Cibo e Cinema” e quella di Caritas Internationalis sul contributo delle donne per lo sviluppo.

400
I video messaggi in diverse lingue registrati e lasciati al termine del percorso dagli stessi visitatori.

numeri 3

174: i delegati
85: le Caritas nazionali rappresentate
al Caritas Day del 19 maggio, il giorno dedicato alla Caritas in Expo, che si è conclusa con una parata lungo il Decumano dei delegati delle Caritas nazionali provenienti da tutto il mondo.

50 mila
Le persone in piazza Duomo a Milano per il grande spettacolo di arte, cultura e fede “Tutti siete invitati” il 18 maggio, evento ufficiale di apertura della presenza della Chiesa in Expo.

1 milione
Gli spettatori che hanno seguito la serata del 18 maggio da casa, grazie alla diretta di Tv2000

numeri 4

3 mila
I commensali della Mensa dei Popoli, organizzata in Expo il 4 ottobre, in occasione della festa di San Francesco d’Assisi. Una grande tavola di fraternità che ha visto pranzare insieme in Cascina Triulza 3mila persone, oltre la metà delle quali provenienti dalla mense dei poveri di tutta la Lombardia.

numeri 2

11
I convegni con esperti nazionali e internazionali in cui si sono toccati tutti i temi più scottanti: il diritto al cibo, i conflitti dimenticati, le migrazioni forzate, lo sfruttamento del lavoro agricolo, i paradossi del sistema alimentare.

7
Gli “AperiCaritas”: i dialoghi-testimonianza “Dopo Expo Vorrei…”, sull’eredità di Expo, con i contributi dei protagonisti del dibattito pubblico, ogni venerdì, nei mesi di settembre e ottobre.

numeri 1

10: tonnellate di eccedenze alimentari recuperate da Expo
11.800: i pasti di qualità offerti a persone in difficoltà economica grazie alle eccedenze recuperate
Sono i numeri del Refettorio Ambrosiano, ideato da Massimo Bottura e Davide Rampello e gestito dalla Caritas, nei sei mesi di Expo. Un progetto che va avanti, il lascito di Expo che proseguirà anche dopo il termine dell’Esposizione.

28: ristoranti coinvolti
1.300: buoni pasti donati
Questi invece i numeri di “Cena Sospesa”, iniziativa promossa dalla Caritas Ambrosiana e partita in agosto. Le donazioni dei clienti raccolte nei 28 ristoranti di Milano che hanno aderito all’iniziativa hanno permesso alla Caritas di distribuire in un mese 1300 buoni pasto da 5 euro a persone impegnate in corsi di riqualificazione professionale o in tirocini.

striscia chef 1

Annunci