Un inno per Expo: il canto dei bambini davanti all’Edicola

Cosa nutre la vita? Cosa sazia la fame?
Cosa toglie la sete nel profondo del cuor?
Bread and roses, pane e rose,
energy for life, energia per la vita
che di gioia infinita riempie i cuori
aperti all’amore.

don Luca Broggi davanti all'Edicola
don Luca Broggi davanti all’Edicola

Tutti gli anni, alla scuola paritaria Maria Consolatrice di via Ampezzo, a Milano, scelgono un tema guida che accompagni gli alunni in tutto il percorso di istruzione. Non sono gli unici a fare questa scelta didattica, è vero, ma solo loro hanno tra gli insegnanti don Luca Broggi, che per l’anno appena concluso si è inventato qualcosa di speciale.

«Ci è sembrato opportuno, per l’anno 2014/2015, scegliere un tema legato all’Expo, proprio per prepararci a questo evento mondiale che si sarebbe inaugurato quasi al termine della scuola. Così, su suggerimento di una collega, abbiamo scelto lo slogan Bread and roses, pane e rose», racconta don Luca, 42 anni, oltre che insegnante anche prete della parrocchia del Sacro Cuore di Gesù alla Cagnola.

DSC_0103

Uno slogan che ha un’origine interessante, perché fu il motto di un famoso sciopero del 1912 negli Stati Uniti, ripreso a sua volta da un discorso della leader femminista e socialista Rose Schneiderman che rivendicava il diritto di voto per le donne.

«Ci piaceva l’idea che quello slogan sottintendeva, cioè che la donna (e l’essere umano in generale) ha diritto al pane ma anche alle rose, al cibo ma anche al nutrimento dello spirito – spiega don Luca. – Anche noi voleva riflettere coi ragazzi sull’idea “Non di solo pane vive l’uomo”».

E da quello slogan è nata una canzone. Una sorta di inno della scuola per l’Expo, scritto proprio da don Luca, che per la musica ha una passione speciale.

«È un canto un po’ in italiano un po’ in inglese e affronta un concetto diverso per ogni strofa: oltre al bisogno di nutrimento fisico e spirituale, anche i concetti della fratellanza e della pace, rappresentati dall’incontro di tutti i Paesi del mondo qui a Milano. – Infine il concetto della condivisione, ci dice don Luca – affrontato a partire dall’episodio dei cinque pani e due pesci condivisi e donati dal ragazzo del Vangelo per sfamare tutti».

DSC_0101
I ragazzi di don Luca in Expo

Ai bambini è piaciuto subito, tanto che è stato riproposto più volte durante i momenti più importanti dell’anno e allo spettacolo finale di chiusura delle scuole. Alla fine, i ragazzini l’hanno cantato anche a Expo.

I 120 bambini della scuola primaria hanno visitato, divisi a piccoli gruppi, alcuni padiglioni dell’Esposizione Universale, in percorsi differenziati a seconda dell’età. Tutti, però, hanno visitato – come una sorta di tappa imperdibile – l’Edicola della Caritas. E lì, subito prima di entrare, il gruppo della terza elementare accompagnato da don Broggi si è esibito in coro, come a conclusione di un percorso durato idealmente nove mesi, da settembre fino alla visita finale all’Expo.

Leggi qui il testo dell’inno

Annunci