Garcìa, cuoco del Principe di Monaco, guida gli “chef degli chef” al Refettorio

Christian Garcìa, chef del Principe Alberto di Monaco
Christian Garcìa, chef del Principe Alberto di Monaco

«È bello cucinare in serate eleganti, allo scopo di raccogliere fondi per una buona causa. Ma che soddisfazione dà cucinare per persone che hanno bisogno, come al Refettorio!».

È il commento di  Christian Garcìa, cuoco del Principe di Monaco da una ventina d’anni e presidente del Club des chefs des chefs, che domenica ha guidato i cuochi delle teste coronate tra i fuochi del Refettorio Ambrosiano.

«Abbiamo conosciuto il Refettorio – spiega – in occasione del National day di Monaco in Expo e ci è subito sembrato una buona iniziativa soprattutto per il principio di recupero delle eccedenze alimentari».

Un tema caro, assicura, anche al Principe Alberto di Monaco «che mi stimola a partecipare a iniziative di solidarietà come queste, quando ce ne è la possibilità».

Gli chef dal mondo, conclude, «hanno lavorato in team in una splendida cucina, mano nella mano: questa struttura è eccezionale, bella a livello artistico e molto attrezzata, ci si può cucinare facilmente per 200 persone».

Annunci