Gli chef dei principi e dei presidenti ai fornelli del Refettorio Ambrosiano

Christian García e Gilles Bragard del Club des Chefs des Chefs
Christian García e Gilles Bragard del Club des Chefs des Chefs

All’Edicola della Caritas in Expo capita anche che, tra i tanti visitatori, qualcuno più di altri attiri l’attenzione.
È stato così anche una mattina del giugno scorso, quando due uomini in abiti eleganti hanno varcato l’ingresso dell’Edicola.

Lea e Giovanni, due giovani volontari impegnati come guide al piccolo padiglione Caritas, li hanno accolti e accompagnati nella visita.
E hanno scoperto la loro identità: Christian García, chef del principe Alberto II di Monaco e presidente del Club des Chefs des Chefs, e Gilles Bragard, fondatore del Club. Si tratta del gruppo degli chef dei capi di stato del mondo, un club davvero particolare che raccoglie i cuochi che cucinano per i capi di stato del mondo: dalla cuoca della famiglia Obama fino allo chef della Regina Elisabetta.

È proprio all’Edicola che García e Bragard sentono per la prima volta parlare del progetto del Refettorio Ambrosiano, e ne restano così colpiti da proporsi, anche loro, come cuochi per un giorno.

Letizia, anche lei in servizio all’Edicola, ha raccontato l’incontro di quel giorno qui.

Ma questa storia non finisce qui, perché gli chef dei capi di stato, al Refettorio, a cucinare ci tornano davvero: saranno proprio loro domani, infatti, ai fornelli di piazza Greco.

Ve lo racconteremo qui sul blog e sui nostri social network:
seguiteci su Facebook alla pagina Chiesa in Expo
e su Twitter all’account @caritasinexpo

Annunci