Da bruchi a farfalle. La sopresa della Caritas per i bimbi all’Edicola

«Il bruco è un animale mangione. Deve nutrirsi tanto per diventare una farfalla». Vengono accolti così, in questi giorni, i bambini degli oratori che visitano l’Edicola Caritas.

Subito dopo, con gli occhi curiosi per l’imprevedibile accoglienza, vengono messi in fila per il truccabimbi: i volontari colorano i loro visi da bruchi, o gli disegnano sul braccio un verde vermetto.

Solo dopo può iniziare il nutrimento, dentro l’Edicola.

bruchi-farfalle-2

È questa la suggestiva presentazione che ha inventato la Caritas per introdurre i visitatori in età da scuola elementare al tema dell’Edicola, Dividere per moltiplicare. La struttura, proprio all’inizio del decumano, è spesso la prima tappa delle visite organizzate dalle parrocchie.

Accompagnati dalle guide, i ragazzi scoprono così l’iniqua distribuzione delle ricchezze (e delle risorse) nel pianeta.
Scoprono che 795 milioni di persone, nel mondo, soffrono ancora la fame.
Scoprono però anche che il destino si può cambiare, che la malnutrizione è un problema risolvibile, non un dramma a cui rassegnarsi. Lo testimoniano le attività di Caritas, i milioni di persone in difficoltà, aiutate. Piccoli e grandi scoprono infine che ciascuno può fare la propria parte.
Con uno stile di vita che, condividendo le risorse, le moltiplica.

I bruchi concludono la visita all’edicola nutriti di informazioni, colori, sensazioni positive.. e ne escono farfalle.

bruchi-farfalle-1

Annunci