Fratta Pasini: «Incapacità della finanza di affrontare problemi dell’umanità». Voci sulla #LaudatoSi

Carlo Fratta Pasini«La lettura di questa Enciclica non è facile per chi opera nel mondo del credito e della finanza, perché il parametro di giudizio è il Vangelo.

Per noi credenti questo testo non può essere considerato come un rigurgito di terzomondismo o una lettera che arriva fuori tempo dall’America latina: l’Enciclica ci pone di fronte alle incapacità del nostro sistema ad affrontare i problemi che investono una vasta fascia di umanità sempre più ampia».

Così ha commentato l’Enciclica dal suo punto di vista Carlo Fratta Pasini, presidente di Banco Popolare durante l’incontro di presentazione dell’Enciclica Laudato Si’, organizzato in Expo. E ha ripreso il tema della finanza, contro cui ha puntato il dito Papa Francesco nell’Eciclica.

«La finanza, intesa nel senso delle banche che concedono credito per fare, è uno strumento buono e utile. Lo scandalo, piuttosto, è la finanza derivata, che è completamente staccata dalla realtà, dall’economia reale».

Annunci