L’Expo e il Salone del Libro per concludere in bellezza la scuola media

Letizia Gualdoni è una ragazza in servizio civile all’Edicola della Caritas. Oggi ha accolto un gruppo di studenti di Cosenza, e lo racconta per noi.

DSC_0373Una ventata di entusiasmo e allegria quella portata dai giovanissimi studenti dell’Istituto Comprensivo Cosenza III via Negroni della città di Cosenza.

Martedì 12  maggio, nel programma del viaggio d’istruzione, una speciale visita a Expo, prima di partecipare, il 14 maggio, al Salone Internazionale del Libro di Torino, per ultimare in bellezza i tre anni delle medie e lasciare ai ragazzi un ricordo unico.

DSC_0377I ragazzi, nel loro programma didattico, avevano avuto modo di seguire in preparazione a Expo un particolare progetto, sostenuto dal Dirigente scolastico dell’Istituto Marina Del Sordo, legato al ‘Riciclo del Pane’, assunto come simbolo della visita a Expo, ideando alcune particolari ricette, come la frittata di pasta o le frittelle con bucce di patate, per riutilizzare il cibo avanzato.

Come non inserire quindi nella giornata dedicata all’Esposizione Universale una visita all’Edicola Caritas, l’organismo che si sta impegnando a recuperare e ridistribuire ai bisognosi diversi generi alimentari, avanzati nei ristoranti di Expo?

DSC_0380

E così diversi ragazzi delle classi terze, con indosso l’originale maglietta realizzata per l’occasione, dopo la rete brasiliana e prima di concludere il tour con Palazzo Italia e il Padiglione Zero, sono entrati, curiosi, anche al padiglione della Caritas, accompagnati dalle professoresse di lettere Annamaria Scarpino e Liberata Oliviero.

Un’occasione incredibile quella della visita a Expo Milano 2015, guidati dal professor Igino Vigna, che ha entusiasmato i ragazzi, con una proposta unica: divertente, ma capace di suscitare riflessioni su un tema cruciale per il futuro dell’umanità.

Annunci