Ciak, si gira! Pillole di un’esperienza unica

Marco TangeriniAnna Simonati sono due studenti dell’Università Cattolica che collaborano con l’Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo. Loro hanno girato il bellissimo video #nondisolopane e ci raccontano il loro “dietro le quinte

Camera, cavalletto, batteria carica, microfono, cavi del microfono, inquadrature, certo, rifacciamola, certo, un’ultima volta, certo, giuro che è l’ultimo ciak, certo: realizzare un video è una giostra piena di pensieri. Il tempo è sempre poco, il rumore troppo, le persone hanno orari prestabiliti e smaniano dalla voglia di correre via dall’obiettivo per tornare alle loro vite senza liberatorie.

Questo mix elettrizzante ha caratterizzato le ultime tre settimane di marzo per noi, Marco Tangerini e Anna Simonati, amici e colleghi nella realizzazione del video per il padiglione della Santa Sede a Expo. Quando il professor Ruggero Eugeni e Arianna Cucchi di Almed ce lo hanno comunicato e hanno condiviso con noi il progetto, ci siamo guardati e abbiamo semplicemente sorriso; poi, improvvisa come uno spavento, è nata l’ansia, ma quella buona, quella che ti spinge a dare il meglio di te tra professionalità e creatività. Così, abbiamo iniziato.

Dopo qualche giorno burocraticamente di prova sono iniziate le riprese: abbiamo avuto a che fare con tante lingue che potremo acquistare pane in qualsiasi nazione andremo in futuro. La Cattolica si è schiusa in luoghi inesplorati, come il Rettorato e il Giardino delle Vergini, che avevo sempre visto dal vetro del corridoio. Abbiamo conosciuto persone che hanno subito creduto in noi, Claudia Schirru e Ilenia Pagani, e ci hanno aiutato passo dopo passo nella scelta degli attori, delle location, delle giuste inquadrature.

Siamo stati all’Istituto Zaccaria, all’interno di una classe di terza media (durante le riprese, parlando con Anna ho detto: «Dovremmo spostare un po’ più a destra quel bambino», e lui, con fare risentito: «Ma che bambino e bambino, ho tredici anni!». Meravigliosa gioventù), alla Caritas e poi di nuovo nei chiostri dell’Università, che con la primavera alle porte sbocciano in bellezza.

Poi è arrivata Roma. Una giornata particolare. Abbiamo girato in Vaticano, con il permesso della Sala Stampa, fermando i turisti con un inglese emozionato, alla ricerca di volti sempre nuovi che calzassero a pennello l’idea del video: non avremo mai immaginato di inquadrare San Pietro con cognizione di causa.

Nel pomeriggio, invece, abbiamo ripreso Ludovica, nata da dieci ore, nel reparto neonatale del Policlinico Gemelli, mentre nell’altra stanza nasceva Manfredi: le urla della mamma si sono trasformate nel pianto del bambino – il papà, invece, era sdraiato fuori, verde come un cappero, in attesa di riprendersi dallo shock di essere, dopo nove mesi, finalmente in tre. Mentre sistemavamo l’attrezzatura, ancora bardati da dottori per preservare quel luogo speciale, una nonna ci ha chiesto se il bambino fosse nato con un’agitazione sul volto che ci ha commosso. Fortunatamente, è arrivato il papà, rialzatosi dal temporaneo mancamento, che ha dato la notizia riprendendo colore. Tutti a ridere, tutti a piangere.

Al ritorno, in treno, eravamo così stanchi e contenti che il viaggio è volato via.

Gli ultimi giorni di riprese sono stati frenetici. Quando stai per finire un lavoro senti di dover spingere al massimo l’acceleratore per non finire in sbavature inutili. Rifai quella scena, riprendi l’audio di quell’altra, inizia a montare. L’aiuto del dottor Rovescalli del Centro Audiovisivo di Ateneo è stato fondamentale. Ci siamo chiusi in sala montaggio e via di cocktail di immagini, che, come veri ingredienti, vanno calibrate al secondo.

E poi la musica, e poi i loghi, e il montato riguardato allo sfinimento per osservarlo con occhi diversi.

Insomma, un’esperienza unica. Il video ha quasi 1500 visualizzazioni su Youtube ed è piaciuto molto. L’ansia iniziale si è trasformata in un senso di appagamento e gratitudine che ci porteremo dietro per un bel po’… in attesa di vederlo sul grande schermo del padiglione della Santa Sede a Expo.

Annunci