Sundus, una somala che cucina “tuareg”

sundus somaliaSundus viene dalla Somalia, vive a Milano da tre anni coi suoi due figli piccoli e suo marito, Moumin, che invece è originario del Niger.

«Lui è un tuareg, un “uomo blu”, come dite voi parlando della sua etnia – racconta Sundus. – Quando siamo arrivati a Milano, dopo un periodo nei centri di accoglienza in cui abbiamo vissuto separati, siamo riusciti ad avere una nostra casa in cui vivere insieme, e ora stiamo cercando di crearci un presente dignitoso e un futuro tranquillo qui in Italia».

Sundus e Moumin si sono conosciuti in Libia, e da lì hanno fatto “il viaggio” insieme e non si sono più lasciati.

«Siamo due persone allegre – ride lei – e ci piace scherzare e competere un po’ sulle nostre tradizioni». E così spesso le capita di mischiare le culture, soprattutto in cucina. Dove le viene molto bene il riso tuareg, che è proprio un piatto tipico per la famiglia di Moumin. «Ma che ci volete fare, io sono una M’ama Food e a me i piatti vengono meglio che a lui!».

M’ama Food è un progetto promosso dalla Cooperativa Farsi Prossimo e nato all’interno del centro di accoglienza di via Sammartini per donne e bambini rifugiati politici e richiedenti asilo.

Si tratta di un “catering dal mondo” e non di un catering etnico, ci spiega Rocco Festa, che è vicepresidente della Cooperativa farsi Prossimo e ideatore del progetto M’ama Food.

Cioè non si mettono in tavola vari piatti originari dei diversi paesi di provenienza delle donne, ma ogni ricetta è rivista in base alle esperienze, allo scambio di tradizioni e agli ingredienti a disposizione, anche locali e a kilometro zero. In pratica ogni piatto diventa il simbolo dell’incontro che è avvenuto tra le mani che ci hanno lavorato e le donne che nel centro si incontrano e vivono insieme ogni giorno.

Ci sono donne che arrivano soprattutto dalla Siria, dal Corno d’Africa, dai paesi del Golfo di Guinea, ma anche dal Sudamerica.

«L’idea del catering è nata durante gli eventi legati alla giornata mondiale del rifugiato nel 2010, quando gli operatori del centro si sono accorti che intorno a un piatto diventava più facile raccontarsi e condividere, e che quindi quella del cibo poteva essere una buona idea anche per abbattere le barriere con la cittadinanza e trovare un altro modo di parlare di temi così delicati come quelli dell’immigrazione, delle persecuzioni e dell’asilo politico».

Da quella prima intuizione il catering ne ha fatta di strada: ad oggi ci lavorano stabilmente sei persone più un ricambio continuo di donne ospiti del centro che fanno la loro esperienza all’interno del progetto e offrono il loro lavoro e le loro competenze e capacità.

«M’ama Food in pochi anni ha ampliato la propria offerta, anche perché aveva un carattere imprenditoriale e non solo assistenziale. Abbiamo curato da grossi eventi aziendali a matrimoni, da piccoli coffee break a feste private, buffet per grandi aziende e per il Ministero del lavoro, per diverse ong oltre ai molti eventi “di casa” Caritas».

Ecco la ricetta del riso tuareg, con cui Sundus ha partecipato al cooking contest di Scarp de’ tenis e Caritas Ambrosiana #cucinacon3euro

riso tuaregIngredienti:
300 grammi di fagioli con occhio: € 0,80
250 grammi riso: € 0,55
2 cipolle e uno spicchio di aglio: € 0,30
150 grammi di pollo: € 0,55
Spezie (sale, curcuma, pepe, cumino): € 0,30
3 cucchiai di olio: € 0,50
(Totale: € 3,00)

Procedimento:
mettere i fagioli in acqua fredda la sera prima
tagliare le cipolle fini fini
battere il pollo e tagliarlo a tocchetti grandi quanto un dado
scolare i fagioli recuperando l’acqua
mettere a bollire in una pentola l’acqua dei fagioli.
Una volta portata a bollore aggiungere i fagioli e un po’ di sale.
Lasciar bollire a fuoco lento per 30-40 minuti.
Soffriggere il riso con un po’ d’olio e aglio.
Quando si è dorato aggiungere i fagioli con l’acqua di cottura.
Mettere il coperchio e lasciar cuocere a fuoco lento per una ventina di minuti controllando ogni tanto se va aggiunta una tazza d’acqua.
Soffriggere le cipolle con un po’ d’olio
Aggiungere il pollo e le spezie e cuocere per 10 minuti
Presentare il piatto con il riso come base e al centro il condimento

Annunci